Enrico Baj

Enrico Baj (1924-2003), nato a Milano, frequenta l’Accademia di Brera e consegue la laurea in Legge. Nel 1951 fonda il Movimento Nucleare e partecipa ai movimenti d’avanguardia italiani e internazionali. A partire dagli anni Cinquanta è presente sulla scena mondiale e in particolare espone spesso a Parigi. Per oltre cinquant’anni Baj non ha mai cessato di sperimentare e di rinnovarsi, sia nelle tematiche, sia nelle tecniche pittoriche e incisorie. Costante è stato il suo impegno contro la violenza e l’aggressività del potere. Dalle opere nucleari che raffigurano le paure dell’uomo dopo Hiroshima, attraverso le immagini dei “generali” e delle parate militari, Baj approda negli anni Settanta a tre grandi composizioni su questo tema: I funerali dell’anarchico Pinelli (1972); Nixon Parade o Watergate, (1974); Apocalisse (1978-2001). Enrico Baj è stato anche scrittore e critico: autore di libri, ha ideato e curato numerosi manifesti e collaborato a molti giornali e riviste.